AGRATE
      
ALBIATE (MB)
  
AICURZIO (MB)
   
ARCORE (MB)
  
BARLASSINA (MB)
  
BELLUSCO (MB)
  
BERNAREGGIO (MB)
BESANA BRIANZA
  
BIASSONO (MB)
  
BOVISIO-MASCIAGO (MB)
  
BRIOSCO
   
BRUGHERIO
     
BURAGO MOLGORA
     
BUSNAGO
 
CAMPARADA
   
CAPONAGO
    
CARATE BRIANZA (MB)
    
CARNATE (MB)
      
CERIANO LAGHETTO (MB)
  
CONCOREZZO
   
CORNATE D'ADDA
     
CESANO MADERNO(MB) 
     
DESIO (MB)
     
LAZZATE (MB) 
     
LENTATE SUL SEVESO (MB)
   
LESMO (MB)
    
LIMBIATE (MB)
 
LISSONE (MB)
 
LUISAGO
    
MACHERIO (MB)Gli 
MEDA (MB)
  
MEZZAGO (MB)
  
MISINTO (MB)
MONZA
MUGGIO'
  
ORNAGO (MB)
RENATE
  
RESCALDINA (MB)
  
RONCELLO
 
RONCO BRIANTINO
       
SEREGNO (MB)
  
SEVESO (MB)
   
SOLARO
  
SOVICO (MB)
  
SULBIATE (MB)
    
TREZZO SULL'ADDA (MB)
  
TRIUGGIO (MB)
  
USMATE VELATE
    
VAREDO
   
VEDUGGIO CON COLZANO
   
VERANO BRIANZA
   
VILLASANTA
       
VIMERCATE (MB)
     
Scrivi
   
               

   

     

 
Seveso
 
 
   
 
 
SEGNALAZIONE PRESENTATA DA: OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA
SEGNALAZIONE
A cura di:
Circolo Legambiente “Laura Conti” - Seveso
Sinistra e Ambiente – Meda
 


   
 
Sinistra Ambiente di Meda 15/03/2012 10536
   
Localizzazione: BARLASSINA, CESANO MADERNO, MEDA e SEVESO
(lungo SP exSS35 Milano – Meda)
SINTESI DEI CONTENUTI
I contenuti dell’osservazione sono i medesimi di quelli della n.44 presentata da “Circolo Legambiente Laura Conti di Seveso”.
Rete verde di ricomposizione paesaggistica

Si richiede la creazione di un corridoio verticale della rete verde nel tratto della Milano-Meda interessato da Pedemontana, specificando puntualmente i perimetri da utilizzare.
 
ISTRUTTORIA TECNICA
 
Rete verde di ricomposizione paesaggistica
   
Ambiti da R001 a R014 dei quali si richiede l’inserimento
Attraverso un’accurata analisi delle singole particelle e delle previsioni urbanistiche degli strumenti comunali attualmente vigenti, risulta possibile la costruzione del corridoio in analogia al rimanente tratto di Autostrada Pedemontana.
In tal senso, tenendo altresì conto delle aree che fanno parte degli elementi di primo livello della RER, risultano inseribili nella rete verde le aree: R002(parzialmente), R003, R004, R007, R008, R010, R013.
 
Risultano invece non inseribili le aree: R001, R005, R006, R009, R011, R012, R014.
L’ambito R002 risulta quasi totalmente compreso, a seguito del riconoscimento della qualità paesaggistica dello spazio aperto a cui lo stesso afferisce, in un ambito di interesse provinciale del PTCP adottato; in recepimento della verifica regionale l’ambito R002 è stato qualificato altresì come ambito di coordinamento intercomunale.
L’eventuale accoglimento dell’osservazione determinerebbe, per le modalità di individuazione degli AIP (cfr. pag. 112 della Relazione del PTCP), l’eliminazione della qualificazione stessa ad AIP delle aree e, quindi, la modificazione dell’esito della verifica regionale.
In tal senso la richiesta di inserimento in rete verde dell’area R002 risulta superata dalla intervenuta modifica della norma, che determina altresì parziale accoglimento
dell’osservazione.
 
Per queste ragioni l’osservazione è parzialmente accoglibile.
 
                                     
   
Esito istruttoria tecnica

tecnicamente parzialmente accoglibile
 
  
 
 Comitato Cives Seveso 19/03/2012 10787
 
 Ambiti destinati all’attività agricola d’interesse strategico
Si richiede l’ampliamento degli AAS “alle altre porzioni del territorio comunale, in particolare le aree ad est dell’attuale Superstrada Milano –Meda escludendole da qualsiasi attività edificatoria e tutelando in questo modo le ultime aree verdi esistenti, potenziando in esse
attività volte al rimboschimento, alla rinaturalizzazione delle stesse e alla ricostruzione del paesaggio naturale, finalizzate alla mitigazione ambientale degli impatti che l’Autostrada Pedemontana comporterà sul territorio.
 
 Infrastrutture
Il comitato, in relazione a diverse considerazioni su Pedemontana e sulle ricadute territoriali legate alla realizzazione dell’infrastruttura, chiede “quali azioni la Provincia stessa intenda assumere in merito alle ricadute, purtroppo dannose, che la realizzazione dell’Autostrada
Pedemontana comporterà sul territorio, anche in relazione all’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale (AQST) “Pede montana” sottoscritto con la Regione Lombardia (Relazione di piano pag.65), perché, se da un lato il progetto è di competenza di altri Enti, esso produrrà impatti
reali e assolutamente negativi dal punto di vista delle trasformazioni del suolo e del paesaggio, dell’incremento del traffico, dell’incremento dell’inquinamento atmosferico e acustico, oltre che dal punto di vista socio-economico e produttivo”.
 
Rettifiche/aggiornamenti
Si segnala l’erronea classificazione dei tratti di Pedemontana in galleria che invece sono in trincea/rilevato sulle tavv. 2 e 6a.
Per quanto attiene il tema delle rettifiche, non oggetto di votazione, si rimanda a quanto analiticamente descritto in premessa circa gli esiti istruttori e la conseguente modifica o meno degli elaborati di piano.
 
 ISTRUTTORIA TECNICA
 
 Ambiti destinati all’attività agricola d’interesse strategico
Ambito A001 di cui si richiede l’inserimento L’ambito, nella parte nord, ricade già su un’area qualificata come AAS, di proposta comunale, nel PTCP adottato.
Le restanti aree risultano comprese, a seguito del riconoscimento della qualità paesaggistica dello spazio aperto a cui le stesse afferiscono, in un ambito di interesse provinciale del PTCP adottato; in recepimento della verifica regionale le stesse sono state qualificate altresì come
ambito di coordinamento intercomunale.
L’eventuale accoglimento dell’osservazione determinerebbe, per le modalità di individuazione degli AIP (cfr. pag. 112 della Relazione del PTCP), l’eliminazione della qualificazione stessa ad AIP delle aree e, quindi, la modificazione dell’esito della verifica regionale.
In tal senso la richiesta di inserimento in AAS risulta superata dall’intervenuta modifica della norma, che determina altresì parziale accoglimento dell’osservazione.
Per queste ragioni l’osservazione è parzialmente accoglibile
 
 Esito istruttoria tecnica

 tecnicamente parzialmente accoglibile
 
Infrastrutture
La rete verde di ricomposizione paesaggistica è stata integrata lungo il tratto nord-sud, comprendendo aree anche nel territorio comunale di Seveso. Tale integrazione comporta l’assoggettamento delle relative aree alla specifica disciplina di tutela indicata all’art. 32 delle
norme del piano.
 
 Esito istruttoria tecnica
 tecnicamente parzialmente accoglibile