AGRATE
      
ALBIATE (MB)
  
AICURZIO (MB)
   
ARCORE (MB)
  
BARLASSINA (MB)
  
BELLUSCO (MB)
  
BERNAREGGIO (MB)
BESANA BRIANZA
  
BIASSONO (MB)
  
BOVISIO-MASCIAGO (MB)
  
BRIOSCO
   
BRUGHERIO
     
BURAGO MOLGORA
     
BUSNAGO
 
CAMPARADA
   
CAPONAGO
    
CARATE BRIANZA (MB)
    
CARNATE (MB)
      
CERIANO LAGHETTO (MB)
  
CONCOREZZO
   
CORNATE D'ADDA
     
CESANO MADERNO(MB) 
     
DESIO (MB)
     
LAZZATE (MB) 
     
LENTATE SUL SEVESO (MB)
   
LESMO (MB)
    
LIMBIATE (MB)
 
LISSONE (MB)
 
LUISAGO
    
MACHERIO (MB)Gli 
MEDA (MB)
  
MEZZAGO (MB)
  
MISINTO (MB)
MONZA
MUGGIO'
  
ORNAGO (MB)
RENATE
  
RESCALDINA (MB)
  
RONCELLO
 
RONCO BRIANTINO
       
SEREGNO (MB)
  
SEVESO (MB)
   
SOLARO
  
SOVICO (MB)
  
SULBIATE (MB)
    
TREZZO SULL'ADDA (MB)
  
TRIUGGIO (MB)
  
USMATE VELATE
    
VAREDO
   
VEDUGGIO CON COLZANO
   
VERANO BRIANZA
   
VILLASANTA
       
VIMERCATE (MB)
     
Scrivi
   
               

   

     

 
Brugherio
     
 
 
osservazione presentata da : Comune di Brugherio 
   
Aree Agricole strategiche 
   
risposta della provincia MB
Gli AAS sono stati individuati con specifici criteri indicati dal PTCP in accordo con la normativa regionale. Si ricorda tuttavia
che la LR 12/2005 e la normativa di Piano prevedono la possibilità di rettifiche e precisazioni in fase di redazione del PGT
 
 
   
 osservazione presentata da : Comune di Brugherio 
  
 Riperimetrazione Parco Est delle Cave
   
risposta della provincia MB
La provincia ha già espresso parere
negativo
   
 
 Rettifiche fasce PAI
risposta della provincia MB
 Si prende atto della segnalazione
 
   
 
osservazione presentata da : Comune di Brugherio 
   
 Inserimento PLIS media valle Lambro nella Rete verde provinciale 
 
risposta della provincia MB
 Valutata positivamente
  
   
    
 Errori materiali e cartografici
    
risposta della provincia MB
 Si prende atto della segnalazione
    
   
 
 Comune di Brugherio  06/02/2012 4863
 SINTESI DEI CONTENUTI

Ambiti destinati all’attività agricola di interesse strategico
Si osserva che le indicazioni trasmesse dal Comune alla Provincia circa le AAS non sono state considerate. Si richiede lo stralcio delle aree interne al PLIS Est delle Cave.
Parchi locali di interesse sovracomunale (PLIS) e Rete verde di ricomposizione paesaggistica Si richiede formale rettifica del perimetro del PLIS Est delle Cave secondo quanto già proposto dal Comune e che nelle more dell’approvazione del nuovo perimetro venga comunque riportata la dicitura “in fase di revisione”.

Infrastrutture
Si segnala:
1. Prolungamento MM2: inserito in tavola 11 come quadro conoscitivo, mentre è di progetto;
2. Rete stradale (tav. 12): manca via S. Maurizio al Lambro (inserire come extraurbana di 3° liv.).
3. Le indicazioni progettuali di cui alla Tav. 15 dovrebbero essere riviste in funzione del PGTU del Comune di Brugherio; quanto indicato in cartografia non sembra considerare lo stato effettivo dei luoghi e le previsioni di Piano locale.
Viabilità di interesse paesaggistico Si osserva che i tratti panoramici sono in realtà più numerosi di quanto rappresentato in cartografia.
 
Ambiti di azione paesaggistica
Verificato che il PTCP non individua ambiti di azione paesaggistica sul territorio di Brugherio, si segnala l’opportunità di una revisione in considerazione: della posizione strategica di confine con la Provincia di Milano; della presenza del fiume Lambro.
 Rettifiche/aggiornamenti
Si richiede, per la parte cartografica relativa a tematismi che non sono elaborazione specifica
per il PTCP, in territorio di Brugherio:
1. il confine amministrativo non risulta corretto (in tutte le tavole del PTCP);
2. Tav.1: si segnalano destinazioni non corrispondenti allo stato dei luoghi, imprecisioni nell’individuazione di insediamenti rurali e cascine, epoche dei nuclei storici, densità del tessuto residenziale, insediamenti produttivi, ospedalieri, cimitero, parco Increa; errori nella localizzazione delle medie strutture di vendita (n. 9 impreciso, n. 1 inesistente);
3. Tav.2: errata individuazione di siepi, filari e cespuglieti, filari non presenti in legenda; mancata individuazione delle rogge e canali; errata individuazione di laghetto artificiale;
4. Tav.3-a: imprecisioni nell’individuazione degli elementi di valore storico culturale; errori nella collocazione di siepi filari ed aree boscate; mancata individuazione del lago Increa; presenza di alberi monumentali ed errata individuazione di altro albero monumentale;
5. Tav. 3-b: mancata individuazione di tracciati ciclabili esistenti anche a carattere sovracomunale; percorso di interesse paesaggistico da escludere e altri da includere.
6. Tav. 4: rete elettrodotti imprecisa; mancata individuazione di un centro commerciale; imprecisioni nell’individuazione di orti e serre; errata classificazione di alcune aree incolte e sterili (tra cui una vasca volano);
7. Tav. 5-A: presunti errori nella perimetrazione del PLIS Est delle Cave; eliminare i refusi di rogge e canali;
8. Tav. 5-B: Riferimento a quanto chiesto al punto precedente;
9. Tav. 6-A: Richieste correzioni come al punto 8;
10. Tav. 6-C: si chiede di individuare ambiti di azione paesaggistica;
11. Tav. 8: incongruenze del reticolo idrografico con gli studi del reticolo idrico comunale; mancata individuazione, tra le opere interferenti ad alta criticità, del ponte in confine tra Brugherio, via San Maurizio al Lambro/via della Mornera e Cologno Monzese, oltre ad interventi dell’AIPO in corso;
12. Tav. 9: incongruenze e imprecisioni nel reticolo idrico; errore nell’individuazione dei pozzi pubblici;
13. Tav. 14: numerose aree sono indicate erroneamente come industriali. Informazioni sulle previsioni di riorganizzazione del trasporto pubblico non aggiornate;
14. Si chiede di prestare attenzione alla delimitazione delle fasce PAI, a seguito degli interventi in corso di attuazione, da parte dell’Autorità Interregionale del fiume PO (AIPO) competente territorialmente per le arginature a protezione degli abitati.
Per quanto attiene il tema delle rettifiche, non oggetto di votazione, si rimanda a quanto analiticamente descritto in premessa circa gli esiti istruttori e la conseguente modifica o meno degli elaborati di piano.
 
 ISTRUTTORIA TECNICA
  
Ambiti destinati all’attività agricola di interesse strategico
Ambito A001 di cui si richiede lo stralcio
L’ambito individuato ricade quasi completamente su un’area qualificata come AAS nel PTCP adottato.
L’inserimento in AAS è coerente con i criteri per l’individuazione degli ambiti e con l’impostazione metodologica del procedimento di individuazione effettuato.

L’area, pianificata come “parco verde ambientale attrezzato art. 45.3” nello strumento urbanistico di riferimento al 31/3/2011 (PRG), è classificata nel DUSAF 3.0 come “seminativo semplice”.

L'area è censita completamente nel SIARL e secondo la Banca Dati ERSAF l'area ha un valore agricolo alto.
L’area si colloca all'interno del PLIS Est delle Cave ed è evidenziata come di valenza ambientale paesaggistica con il riconoscimento all’interno della RVRP.

Per queste ragioni la richiesta non è accoglibile.
Ambito A002 di cui si richiede lo stralcio

L’ambito ricade completamente su un’area qualificata come AAS nel PTCP adottato.

L’inserimento in AAS è coerente con i criteri per l’individuazione degli ambiti e con l’impostazione metodologica del procedimento di individuazione effettuato.

L’area in oggetto, pianificata come zona “E2 aree di pianura irrigua a vocazione agricola” nello strumento urbanistico di riferimento al 31/3/2011 (PRG), è classificata nel DUSAF 3.0 come “seminativo semplice”.

L'area è censita nel SIARL e secondo la Banca Dati ERSAF l'area ha un valore agricolo alto L'area si colloca all'interno del PLIS Est delle Cave
L'area si pone all'interno dell'area di ricarica degli acquiferi individuati alla tavola 9 del PTCP ed è evidenziata come di valenza ambientale paesaggistica con il riconoscimento all’interno della RVRP.


Per queste ragioni la richiesta non è accoglibile.
 
PLIS e Rete verde di ricomposizione paesaggistica
Relativamente al perimetro del PLIS, il PTCP riproduce la situazione esistente e approvata al momento della sua adozione; pertanto eventuali modifiche potranno essere oggetto di apposita
variante previo espletamento dell’iter di legge.

Le aree risultano altresì incluse in un ambito di interesse provinciale individuato in recepimento della verifica regionale quale ambito di coordinamento intercomunale ed a seguito del riconoscimento della qualità paesaggistica dello spazio aperto a cui tali aree afferiscono.
L’eventuale accoglimento dell’osservazione precluderebbe la possibilità di effettuare l’azione di coordinamento intercomunale prevista negli AIP dalla disciplina dell’art. 34 delle norme.

In tal senso la richiesta di modifica del PLIS e della rete verde risulta superata dall’intervenuta qualificazione ad AIP, che determina altresì parziale accoglimento dell’osservazione.
   
 1. Le Tavole del Quadro Conoscitivo rappresentano lo scenario programmatico e quindi correttamente comprendono il progetto di prolungamento della M2.
La richiesta non è accoglibile.
 
2. Le motivazioni rappresentate portano a concludere circa l’accoglibilità della richiesta. L'itinerario di collegamento allo svincolo autostradale è inseribile nello schema di rete al terzo livello.
La richiesta è accoglibile.
 
3. La richiesta è riferita ad un “diverso stato dei luoghi” ed alle “previsioni” del Pgtu, senza segnalare specificamente quali delle indicazioni contenute nella tavola 15 debbano essere modificate.
La Tavola 15 individua la viabilità ad elevata compatibilità di traffico operativo e supporta gli indirizzi che il Ptcp dà ai Comuni in materia di insediamenti produttivi; l’argomento è trattato all’art.43 delle Norme. Il contenuto della tavola è da intendersi funzionale alla valutazione della compatibilità degli insediamenti produttivi esistenti ed all’individuazione delle aree da destinare a nuovi insediamenti produttivi, richieste ai comuni in sede di redazione dei Pgt.
Spetta al Comune verificare la coerenza dello stato di fatto e delle nuove scelte di piano con gli obiettivi di compatibilità ed eventualmente segnalare alla Provincia eventuali modifiche o integrazioni risultanti da approfondimenti alla scala locale. La richiesta non è accoglibile.
 
Viabilità di interesse paesaggistico
Le norme di piano prevedono all’art. 28 la possibilità di individuare ulteriori strade panoramiche (cfr. punto b comma 5). Considerato che il comune non da’ indicazioni puntuali su quali siano
tali “ulteriori tratti”, la richiesta non è accoglibile
 
 Ambiti di azione paesaggistica
La richiesta è superata a seguito di recepimento della verifica regionale che ha comportato l’estensione dell’individuazione degli AAP anche a quelle parti del territorio, inizialmente escluse dall’approfondimento conoscitivo, in quanto ritenute già tutelate dal sistema dei parchi regionali.
Per queste ragioni la richiesta è accoglibile.