AGRATE
      
ALBIATE (MB)
  
AICURZIO (MB)
   
ARCORE (MB)
  
BARLASSINA (MB)
  
BELLUSCO (MB)
  
BERNAREGGIO (MB)
BESANA BRIANZA
  
BIASSONO (MB)
  
BOVISIO-MASCIAGO (MB)
  
BRIOSCO
   
BRUGHERIO
     
BURAGO MOLGORA
     
BUSNAGO
 
CAMPARADA
   
CAPONAGO
    
CARATE BRIANZA (MB)
    
CARNATE (MB)
      
CERIANO LAGHETTO (MB)
  
CONCOREZZO
   
CORNATE D'ADDA
     
CESANO MADERNO(MB) 
     
DESIO (MB)
     
LAZZATE (MB) 
     
LENTATE SUL SEVESO (MB)
   
LESMO (MB)
    
LIMBIATE (MB)
 
LISSONE (MB)
 
LUISAGO
    
MACHERIO (MB)Gli 
MEDA (MB)
  
MEZZAGO (MB)
  
MISINTO (MB)
MONZA
MUGGIO'
  
ORNAGO (MB)
RENATE
  
RESCALDINA (MB)
  
RONCELLO
 
RONCO BRIANTINO
       
SEREGNO (MB)
  
SEVESO (MB)
   
SOLARO
  
SOVICO (MB)
  
SULBIATE (MB)
    
TREZZO SULL'ADDA (MB)
  
TRIUGGIO (MB)
  
USMATE VELATE
    
VAREDO
   
VEDUGGIO CON COLZANO
   
VERANO BRIANZA
   
VILLASANTA
       
VIMERCATE (MB)
     
Scrivi
   
               

   

     

 
Mezzago
   
 
   
SEGNALAZIONE PRESENTATA DA: OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA
Osservazione presentata da :Associazione per i Parchi del Vimercatese
 


         
 
SEGNALAZIONE PRESENTATA DA: OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA
 Osservazione presentata da :Associazione per i Parchi del Vimercatese
 
 
   
 
 
 
 
 VEDI PROGETTO DEFINITIVO DELLE COMPENSAZIONI AMBIENTALI A MEZZAGO
 
   
 
 Comune di Mezzago 19/03/2012 10798
 
  Rete verde di ricomposizione paesaggistica
Si segnala che è stata inserita in Rete verde un’area “dove esiste già una edificazione artigianale e industriale consolidata”.
Ambiti di azione paesaggistica Si richiede che l’inclusione “delle aree destinate alla stazione di trasferimento rifiuti di CEM Ambiente Spa e ai suoi eventuali ampliamenti” negli Ambiti di azione paesaggistica (Maglia di primo appoggio - Potenziamento della naturalità dei corridoi fluviali e vallivi) non comporti interferenze con le previsioni comunali e consortili.
 

Infrastrutture
Si richiede di inserire in Tavola 10:
1. la S.P. 233 Mezzago-Sulbiate;
2. la variante connessa alla realizzazione della Pedemontana.
 
Rettifiche/aggiornamenti
Si segnala, per la parte cartografica relativa a tematismi che non sono elaborazione specifica per il PTCP, in territorio di Mezzago:
1. inserimento dei confini comunali corretti;
2. togliere l’indicazione del depuratore dismesso e non più esistente;
3. “linea di colore blu” sul confine tra i territori di Mezzago e Bellusco di significato non chiaro (“a sud del territorio comunale il confine tra Mezzago e il Comune di Bellusco è descritto con linea di colore blu come se fosse un corso d'acqua superficiale”);
4. di rettificare nella Tavola 12 il tracciato della nuova tangenziale prevista in Comune di  Cornate d’Adda.
 
Per quanto attiene il tema delle rettifiche, non oggetto di votazione, si rimanda a quanto analiticamente descritto in premessa circa gli esiti istruttori e la conseguente modifica o meno degli elaborati di piano.
In particolare si segnala che, per quanto riguarda la richiesta qui descritta al punto 3 (riferita alla tavola 5a nell’osservazione), la “linea di colore blu” è effettivamente un corso d’acqua superficiale. La tavola 5a non prevede l’esplicitazione dei confini comunali.
 
 ISTRUTTORIA TECNICA
 
Rete verde di ricomposizione paesaggistica
Premesso che non risulta con certezza quali siano le aree delle quali si richiede lo stralcio, si fa presente che l’estensione dei corridoi della rete verde è stata operata al fine di garantire la complessiva tutela degli spazi a elevata naturalità anche sui margini ove interferiscono con attività diverse; si fa presente che le destinazioni urbanistiche vigenti alla data di adozione del PTCP sono comunque fatte salve ai sensi dell’art.31 delle norme e pertanto non è precluso il
proseguimento dell’attività in essere.
Nella parte settentrionale del territorio comunale, in particolare, il corridoio verde ha anche lo scopo di garantire il miglior inserimento dell’infrastruttura pedemontana nel paesaggio; per le aree comprese nel “buffer pedemontano” individuato in recepimento della verifica regionale quale ambito di coordinamento intercomunale, si rimanda alla disciplina contenuta nell’art. 32 delle norme.
Per queste ragioni la richiesta non è accoglibile.
 
 Esito istruttoria tecnica

 tecnicamente non accoglibile
 
 Ambiti di azione paesaggistica
La qualificazione dell’ambito di azione paesaggistica discende dal riconoscimento di un elevato valore paesaggistico.
Tali ambiti, ai sensi dell’art. 33 delle Norme, non determinano direttamente alcuna imposizione sulla pianificazione locale.
Allo scopo di meglio precisare questo aspetto la tavola 6c, in accoglimento parziale della presente richiesta, viene modificata da tavola afferente al “quadro progettuale” a tavola afferente al “quadro conoscitivo”.
Per queste ragioni la richiesta è parzialmente accoglibile.
 
 Esito istruttoria tecnica

 tecnicamente parzialmente accoglibile
 
 Infrastrutture
1) La SP233 non risulta inseribile in quanto non ha le caratteristiche relative ai livelli di classificazione previsti per il disegno di rete extraurbana secondaria;
2) In Tavola 10 vengono riportate solo le opere connesse che rientrano nei livelli di classificazione della rete. La totalità delle opere connesse è evidenziata in altre tavole.
Per queste ragioni la richiesta non è accoglibile.
 
 Esito istruttoria tecnica

 tecnicamente non accoglibile