GREENVAY
 
OPERE CONNESSE
 
PROGETTO PRELIMINARE
 
ARTICOLI
 
cipe
   
ALBIATE (MB)
 
AICURZIO (MB)
   
ARCORE (MB)
 
BARLASSINA (MB)
 
BELLUSCO (MB)
 
BERNAREGGIO (MB)
 
BIASSONO (MB)
 
BOLTIERE (BG)
 
BONATE SOPRA(BG)
   
BONATE SOTTO (BG)
 
BOTTANUCO (BG)
 
BOVISIO-MASCIAGO (MB)
 
BREGNANO (CO)
 
  BREMBATE (BG)
 
BUSTO ARSIZIO (VA)
 
CAIRATE (VA)
 
CANTELLO (VA)
 
CAPRIATE SAN GERVASIO (BG) 
 
CARATE BRIANZA (MB)
 
CARBONATE (CO)
 
CASNATE CON BERNATE (CO)
 
CARNATE (MB)
   
CARIMATE (CO)
 
CASSANO MAGNAGO (VA) 
 
CASTIGLIONE OLONA (VA)
 
CERMENATE (CO)   
 
CERIANO LAGHETTO (MB)
 
CESANO MADERNO(MB) 
 
CHIGNOLO D'ISOLA(BG)
 
 CIRIMIDO (CO)
 
  CISLAGO (VA)
 
CLIVIO(VA)
 
COGLIATE (MB)
 
COMO
 
CORNATE D'ADDA (MB)
 
DALMINE (BG)
 
DESIO (MB)
 
FAGNANO OLONA (VA)
 
FENEGRO' (CO)
 
FILAGO (BG)
 
   GAZZADA SCHIANNO (VA)
 
GERENZANO (VA)
 
GORLA MAGGIORE (VA)
 
 GORLA MINORE (VA)  
 
GRANDATE (CO)
 
LAZZATE (MB) 
 
LENTATE SUL SEVESO (MB)
 
LESMO (MB)
 
LIMBIATE (MB)
LIMIDO COMASCO (CO)
LIPOMO (CO)
 
LISSONE (MB)
LOCATE VARESINO (VA)
 
LONATE CEPPINO (VA)
 
LOMAZZO (CO)
 
LOZZA (VA)
 
LURATE CACCIVIO (CO)
LUISAGO
 
MACHERIO (MB)
MADONE (BG)
   
MALNATE (VA)
 
MEDA (MB)
 
MEZZAGO (MB)
 
MISINTO (MB)
 
MONTANO LUCINO (co)
   
MONTORFANO (CO)
 
MORAZZONE (VA)
 
MOZZATE (CO)
 
ORIGGIO (VA)
 
ORNAGO (MB)
 
OSIO SOTTO (BG)
 
OSIO SOPRA (BG)
 
PRESEZZO (BG)
 
RESCALDINA (MB)
   
ROVELLASCA (CO)
 
ROVELLO PORRO (CO)
 
SEREGNO (MB)
 
SEVESO (MB)
   
SOLARO
 
 SOLBIATE OLONA (VA)
 
SOVICO (MB)
 
SUISIO (BG)
 
SULBIATE (MB)
   
TAVERNERIO (CO)
 
TERNO D'ISOLA (BG)
 
TRADATE (VA)
 
TREZZO SULL'ADDA (MB)
 
TRIUGGIO (MB)
 
TURATE (CO)
 
UBOLDO(VA)
 
USMATE VELATE
 
VAREDO
 
VARESE
 
VEDANO OLONA (VA)
 
VILLA GUARDIA (CO)
 
VIMERCATE (MB)
               
 




  
  FILAGO  

      
 
 PROGETTO COMPENSAZIONI AMBIENTALI 37
       
LA RETE DEI PROGETTI LOCALI PROGETTO LOCALE n.37
 
COMUNI INTERESSATI:
Bottanuco (BG), Capriate San Gervasio (BG) , Filago (BG)
   
37 - Il corridoio della piana agricola fra Bottanuco e Filago: attraverso interventi sinergici di fasce boscate, siepi e filari, si presidia e si rafforza il corridoio verde costituito dalla piana agricola fra i comuni di Bottanuco e Filago, un ambito non tutelato compreso tra il parco regionale dell’Adda Nord e il parco locale del Brembo.
   
IL CORRIDOIO DELLA PIANA AGRICOLA  DI BOTTANUCO E FILAGO
LOCALIZZAZIONE:
piana agricola di Bottanuco non compresa in ambiti a parco
 PL 37 sul web
TIPOLOGIA E MATERIALI: forestale con più spiccata funzione naturalistica, agro-ambientale di riqualificazione del paesaggio agrario, corridoio ecologico e di mobilità lenta
   
DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO:

Il progetto ha il doppio obiettivo di creare una connessione ecologica fra la valle dell’Adda e quella del Brembo attraverso due tipi di interventi sinergici di fasce boscate, siepi e filari a nord del tracciato autostradale e ferroviario a nord del tracciato campestre che porta dalla chiesa di San Michele alla cascina Stallo. Nella porzione orientale dell’ambito, dove i boschi lungo il corso del rio Zender, la zona del Roccolo e il sistema di vicinali attorno alla cascina Stallo costituiscono ancora un paesaggio di un certo interesse, si prevede invece un intervento più articolato di riqualificazione del paesaggio agrario con la reintroduzione di filari lungo i percorsi vicinali ed il recupero delle vicinali anche a fini ciclopedonali. Si prevede anche l’integrazione di parte dei boschi che dal rio Zender si diramano verso ovest a definizione della grande stanza agricola della cascina Stallo. In territorio di Capriate San Gervasio si prevede la ricucitura del percorso ciclopedonale della sponda est dell’Adda fino alla riconnessione con i percorsi esistenti all’altezza del ponte dell’autostrada di Trezzo e la riqualificazione della penisola di fronte al castello di Trezzo.
 
PROGETTO LOCALE 37 TAV. A
 
PROGETTO LOCALE 37 TAV. B
 
   39
   
LA RETE DEI PROGETTI LOCALI PROGETTO LOCALE n.39
   
COMUNI INTERESSATI:
39 - Boschi dell'Itala e Parco del Brembo: interessando i comuni di Osio Sotto e Brembate, l’intervento mira a completare il bosco dell’Itala e connetterlo con le sponde del Brembo, con le relative piste ciclabili e con il tracciato della Greenway, costruendo un’area naturale fruibile, potenziale espansione del parco del Brembo sulla sponda ovest del fiume.
 
 
LOCALIZZAZIONE:
zone agricole e boschive attorno ai boschi dell’Itala all’interno del Parco del Brembo e zone agricole a nord del tracciato autostradale fino all’ex
santuario di San Donato
 

 
I BOSCHI DELL’ITALATIPOLOGIA E MATERIALI:
forestale con spiccata funzione collettiva e di mobilità lenta
 
   PL 39 sul web
  
Attraversamento del Brembo; Brembate/Osio Sotto 43
        
     
   
PROGETTO LOCALE 39 TAV. B 

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO:

I boschi dell’Itala rappresentano un ambito naturalistico e di fruizione importante per i comuni circostanti che viene messa in seria difficoltà dalla vicinanza del tracciato e dello svincolo dell’autostrada. In questo ambito la collaborazione fra mitigazioni e compensazione è particolarmente stretto, e pone al centro l’integrazione del tracciato nell’ambito naturale e il rafforzamento e l’espansione verso Brembate dei boschi dell’Itala. In particolare l’intervento ruota attorno alla possibilità di connettere attraverso la galleria artificiale prevista il bosco dell’Itala con la sua espansione ad ovest, alla creazione di nuovi boschi ad est dell’autostrada e di nuovi percorsi che collegano la greenway alla ciclabilità dell’ambito e alla sua estensione ad est. Nell’estensione del nuovo bosco dell’Itala si prevede un’alternanza di nuovi boschi e di radure, di campi coltivati e di prati stabili e fruibili. L’integrazione dei nuovi boschi con le fasce di mitigazione e con i nuovi tracciati permette una circolarità dei percorsi che si estende verso est lungo i tracciati agricoli, che verranno riqualificati ed alberati, verso cascina Barbis e l’ex santuario di San Donato.In territorio di Brembate si prevede l’aquisizione di un bosco e di un ampia area aperta compresa fra il margine nord dell’abitato e il tracciato autostradale, la realizzazione di un prato fruibile attraversato dalla greenway e un bosco.

     
   
 

PROGETTO MISURE COMPENSATIVE

 
LA RETE DEI PROGETTI LOCALI PROGETTO LOCALE n.38
 
COMUNI INTERESSATI:
 
LOCALIZZAZIONE:
Valle del Brembo e passaggio del Ponte Corvo
 
TIPOLOGIA E MATERIALI:
di mobilità lenta e agro-ambientale di riqualificazione
del paesaggio agrario


Naturalizzazione connessione del sistema ambientale Re e Grandone 40
 
 
DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO:

Il PLIS del Basso Brembo costituisce, oltre la valle dell’Adda, il principale presidio della naturalità e della qualità paesaggistica dell’isola Bergamasca. Il sistema della ciclabilità all’interno del parco riveste particolare importanza perché forma il recapito est della greenway pedemontana e il possibile accesso all’area di Bergamo, a nord, e di Dalmine/Zingonia, a sud. Per questa ragione il consolidamento della rete ciclopedonale interna al parco rappresenta un importante completamento del collegamento est ovest di scala regionale. L’intervento interviene nella realizzazione di un nuovo ponte in corrispondenza dell’antico ponte Corvo, ponte di origine romana di cui rimane solo parte dei piloni in pietra. L’intervento prevede la realizzazione di un struttura leggera che riutilizzi e metta in evidenza i resti del ponte romano e riannodi i percorsi attorno all’antico tracciato. Il progetto prevede inoltra la riqualificazione paesistica di una stanza agricola parallela all’asta del brembo sulla sponda di Osio Sopra attraverso la realizzazione di filari perpendicolari al fiume.