Pieve di Desio

 
HOME PAGE   BALSAMO   BIASSONO BOVISIO   SAVINA   CINISELLO   CUSANO    DESIO DUGNANO INCIRANO LISSONE MACHERIO MASCIAGO
 
MUGGIO' NOVA PADERNO PALAZZOLO SEREGNO VAREDO VEDANO AL LAMBRO PIEVE DI DESIO
 
HOME PAGE Desio Convento S. Francesco Torre Ospedale S. Giorgio aree rischio
 
PIEVE DI DESIO
 
COMUNI DELLA PIEVE
 
 
BALSAMO
  
BIASSONO
 
BOVISIO
 
CASCINA SAVINA
 
CINISELLO
 
CUSANO 
    
DESIO
Tomba romana
convento San Francesco
Torre campanaria
Ospedale San Giorgio
Cascine San Giuseppe
Aree a rischio
 
DUGNANO
  
INCIRANO
  
LISSONE
  
MACHERIO
  
MASCIAGO
 
MUGGIO'
 
NOVA MILANESE
  
PADERNO
 
PALAZZOLO
 
SEREGNO
 
VAREDO
  
VEDANO AL LAMBRO
 
 

   
                            
     
   
Pieve di Desio
 
 
Comune di Desio
 
Esposta presso il MUSEO VERRI di BIASSONO
 
Tomba romana primo secolo d.c. (ritrovata nel 1965 in via Grigna)
   
                                       
   
La dichiarazione rilasciata dalla Soprintendenza descrive così il ritrovamento: "Nel mese di aprile u.s. è stata trovata a Desio, in via Grigna, una tomba romana a cremazione. Questa era a circa cinquanta centimetri di profondità e constava di un'anfora peduncolata, segata e coperta da un tegolone. Nell'interno di essa, oltre alle ossa combuste si è recuperato:
un'olpe intatta; una lucernetta a volute con beccuccio arrotondato, rotta, una patera ed una coppetta a vernice rossa di tipo nord italico, scheggiata in alcuni punti ed una coppa, rotta, a pareti sottili con decorazione a foglie disposte ad embrice. La tomba è databile al primo secolo d.C. e forse intorno alla metà, come proverebbero la lucernetta, la forma
dell'anfora ed in genere tutto il corredo ceramico. Dichiarazione rilasciata dalla Soprintendenza ai Monumenti della Lombardia in data 2 settembre 1965, a firma della dott.sa Anna Maria Tamassia.
 
......un'anfora peduncolata, segata e coperta da un tegolone......



ubicazione ignota
 
 
......un'olpe intatta........
........una lucernetta a volute con beccuccio arrotondato, rotta



serviva simbolicamente al defunto per fare luce nell'oscurità ultraterrena
..........una patera ed una coppetta a vernice rossa di tipo nord italico, scheggiata in alcuni punti...........
 
....una coppetta a vernice rossa di tipo nord italico, scheggiata in alcuni punti.............
...........una coppa, rotta, a pareti sottili con decorazione a foglie disposte ad embrice.........
Verbale ufficiale di consegna

Milano, 27 dicembre 1966.

M. Mirabella Roberti, Soprintendente

Verbale di consegna, al Civico museo di Monza, ed inventario ufficiale, della tomba romana rinvenuta a Desio in via Grigna nell’aprile del 1965. Il verbale è firmato sia dal Soprintendente, sia dal Direttore del museo.

Regesto/Trascrizione: Si consegnano al Civico museo di Monza (Milano), in deposito temporaneo dello stato, i seguenti oggetti, provenienti da una tomba romana rinvenuta nell’aprile del 1965 a Desio (Milano).
   
   
St.  7649    Olpe a corpo  piriforme e ansa costolata - intatta. Terracotta rosata. Altezza  cm. 21. Diametro alla bocca cm. 4,5
St. 7650    Lucernetta a volute con beccuccio  arrotondato. Il disco reca  la figura di  un  satiro. Rotto, e in parte  mancante, il beccuccio. Terracotta  giallina a vernice rossa,  molto Scrostata. Lunghezza cm. 10,5. Altezza cm. 2,5
St. 7651 Coppetta a piede  appena  accennato e corpo  tondeggiante, scheggiata in vari punti.  Terracotta sigillata a vernice rossa di tipo  padano. Diametro  all’orlo cm 8. Altezza   cm. 3,5
St.7652 Coppa  carenata a pareti  sottili decorata  all’esterno da  foglie a rilievo a superficie Ruvida. L’orlo è sottolineato da due linee incise. Consta di due frammenti riuniti con un’integrazione.   Terracotta  sigillata  giallastra  a  vernice  rossa   di  tipo  padano.  Diametro  all’orlo cm 9,5. Altezza cm. 5,5
St. 7653 Patera a piede  diritto e decorata  all’esterno, come all’interno, a cerchi concentrici. Scheggiata all’orlo e integrata in un punto. Terra sigillata giallastra a vernice rossa  di tipo padano. Bollo illeggibile. Diametro  all’orlo cm 20,5. Altezza cm. 5
Luigi Pieri, Direttore del Civico museo di Monza
 
note:  
           
 




Copyright 2015 ALTERNATIVAVERDE