CASSANO MAGNAGO HOME
     
Progetto Locale 01
 
Greenway
     
Mitigazioni
 
Ripristini
 
Prescrizioni cipe
 
Osservazioni
     
Progetto preliminare
     
   
      
        

        
 
   
 
 

Cassano Magnago

(Va)  

  
 
Osservazioni presentate da  Insieme   in   rete   per   uno   sviluppo   sostenibile
 
 
   
OSSERVAZIONI AL PROGETTO DEFINITIVO DI AUTOSTRADA PEDEMONTANA
COMUNE DI CASSANO MAGNAGO
 
TRACCIATO AUTOSTRADA PEDEMONTANA
 

      Lo svincolo di collegamento tra l’autostrada Pedemontana (Km 0)  e l’autostrada A8 insiste su un’area vincolata dal P.A.I. a livello di fascia B e C e comporta una sostanziale riduzione della superficie di spagliamento dei torrenti Rile e Tenore, con conseguente pericolo per l’opera stessa e per le aree abitate in caso di esondazione con reflusso dell’onda di piena.  ra l'altro la realizzazione di tale svincolo prevede la canalizzazione della parte finale del torrente Tenore. Alla luce di quanto sopra, riteniamo inadeguata l’ubicazione dello svincolo.

 

OPERE DI COMPENSAZIONE AMBIENTALE

 
Si propone di aggiungere alle opere di compensazione ambientale previste nel territorio di Cassano Magnago anche la bonifica e la rinaturallizzazione dell'area dismessa un tempo utilizzata per l'allevamento di pollame ubicata fra lo svincolo con l'autostrada A8 e la via Bonicalza.
 
 
   
OSSERVAZIONI PRESENTATE DA LEGAMBIENTE LOMBARDIA
 
Sistema Viabilistico Pedemontano - OSSERVAZIONI al progetto definitivo di Legambiente Lombardia
 
Milano, 20 maggio 2009                                                  
 
-ESTRATTO-
 
.......................
OSSERVAZIONE 1: Si propone pertanto il declassamento dell'autostrada, nella tratta Lomazzo-Cassano Magnago (tratta A), a strada di categoria C1 'extraurbana secondaria', eventualmente predisposta per l'adeguamento a classe B 'extraurbana principale'.
In subordine, qualora non si volesse affrontare una simile revisione di tracciato e di rango, si propone di prevedere una realizzazione 'modulare longitudinale' dell'opera sul tracciato previsto, realizzandone dapprima una singola carreggiata a doppio senso di circolazione e rinviandone il completamento a quando (e se!) saranno disponibili dati previsionali sull'orizzonte temporale di saturazione di siffatta, ridotta configurazione.
Analoghe considerazioni valgono per la tratta D (da Carnate a Dalmine). In questo caso la ridondanza dell'infrastruttura è riferita ai flussi 'di accerchiamento' del nodo milanese, in particolare di trasporto pesante in transito, flussi che devono essere scoraggiati (anche con adeguate modulazioni tariffarie) in quanto è di tutta evidenza che la tratta centrale di Pedemontana (tratte B e C), anche se parzialmente ampliata con la terza corsia, NON è in grado di ricevere flussi di traffico di transito che non competono al sistema pedemontano.
 
vedi documento completo
LEGAMBIENTE LOMBARDIA - ONLUS - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale
via Mercadante 4 – 20124 Milano – tel 02 87386480 fax 02 87386487
e-mail: lombardia@legambiente.org  -  www.legambiente.org
 
Damiano Di Simine
Presidente Legambiente Lombardia