STORIA LOCALE PIEVE DI DESIO  
 

   
   
     
 
   
       
I STRECC DE DES
         
zona nord ovest
              
 strada vecchia per San Carlo e per cassina Savina
   
Strada vicinale per Binzago
 
Strada consorziale Molinello
   
Via  Trincea delle Frasche
  
Strada comunale dei Boschi
       
Strada comunale delle Vallette
       
zona nord est
           
strada comunale per San Giuseppe
 
strada consorziale detta della cascina S.Giuseppe
       
strada comunale detta “della Molinara”     
   
Strada comunale delle Saltine
   
Strada consorziale della Cerasola
         
zona sud ovest
       
strada consorziale detta “della Bertacciola di Sotto” 
(Strada comunale per masciago) 
            
strada consorziale detta “della Bertacciola di Sopra
 
Vicinale dei boschi della Cappelletta
       
Strada vicinale  vecchia per Varedo
       
Strada dei boschi della Valera
 
Strada vicinale  vecchia per la Valera
     
   zona sud est
     
strada comunale  di “S. Giorgio” di sotto
     
vicinale Sant'Apollinare
     
la Vecchia per Muggiò”, 
   
strada comunale detta “la Baraggiola”
    
Strada comunale detta dei Boschi di Muggio'
   
Strada comunale detta di Santa Liberata
   
Vicinali Dei Mariani
 
Vicinale dei Prati
   
intercomunali
   
Vicinale per San Martino a San Giorgio di Desio (studio)
    
antichi sentieri tra il Lambro e il Seveso 
    
    
                
   

                            
 
 
 
I strecc de Des         
   
( le strade vicinali di Desio)
   
UN SENTIERO IN FASE DI RESTAURAZIONE
   
con un modesto investimento ci si riappropria di un bene paesistico incalcolabile, storico e naturalistico
un appello a tutta la citta' di Desio
Restaurare , portarlo all'antico splendore per tutta la tratta,   pista ciclabile ( su sterrato) e ottima pista podistica senza inserire cemento ne alcunche' per millenni non ne ha avuto necessita'.
Occorre anche un minimo contributo di Bovisio Masciago
   
 
Strada vicinale
Bertasciola di sotto
(oggi)  Strada comunale per Masciago
  
(e   Strada consorziale della Baldaccina)
 
     
       
Parte del progetto Nexus ultima frontiera     che riqualificherà la Bertasciola di sotto
   
 
 
 
   
NEXUS   
   
AZIONE 3: LA TANGENZIALE VERDE TRA DESIO, BOVISIO MASCIAGO E VAREDO
   
(estratto dal progetto Nexus ultima frontiera)
     
 L’area ricade nei Comuni di Desio, Bovisio Masciago , è in parte compresa nel PLIS Grugnotorto Villoresi ed è caratterizzata da un’ampia stanza agricola circondata ad est e ad ovest da urbanizzazione densa, ricalcando più che in altri casi la definizione di corridoio. Lo spazio aperto è punteggiato da aggregazioni industriali relativamente poco estese, cave o aree di movimentazione terra, recinzioni, piccole frazioni e soprattutto è attraversata da strade con un discreto carico di traffico. Verso sud l’area si apre e, in Comune di Nova Milanese, si connette con il corridoio del Canale Villoresi: quest’ultimo possiede già delle potenzialità come corridoio ecologico, tuttavia manca di aree naturali sufficientemente ampie (stepping stone) che forniscano rifugio alla fauna in movimento.
I rilievi forestali e le analisi urbanistiche effettuati per lo studio di fattibilità riportano come la rete ecologica locale mantenga alcuni elementi lineari ben strutturati, ma che, in quanto isolati l’uno dagli altri, perdono spesso la loro funzionalità di connessione. I risultati dei censimenti faunistici confermano tale risultato, riportando una frequentazione in alcuni casi anche costante da parte di animali a mobilità elevata e capaci di attraversare matrici periurbane o agricole senza particolari difficoltà, mentre sono poco presenti animali con maggiori difficoltà di movimento.
Lo scopo di questa azione è quello di rafforzare l’esistente per arrivare alla situazione caratterizzata da una rete ecologica funzionale, strutturata e con la disponibilità di diversi percorsi negli spostamenti tra nord e sud lungo il corridoio NEXUS. I numerosi interventi previsti sono in gran parte costituiti da elementi lineari, ma è stata scelta la realizzazione di
 
fasce boscate o boschi (di nuovo impianto o riqualificati) laddove fosse necessario un presidio più forte e sottopassi per superare le strade più trafficate.
Siepi di connessione (Sc) ed arborate (Sa) sono in progetto lungo i bordi dei campi come congiunzione tra le siepi ed i boschetti presenti. In Comune di Varedo sono state ipotizzate due siepi filtro (Sf) per realizzare un corridoio protetto tra lo spazio aperto ed il bosco. Rispetto allo studio di fattibilità la siepe di connessione in Comune di Desio (Az 9 Sc-4) ha dimensioni minori per lasciare spazio all’impianto di un nuovo bosco, mentre la siepe di connessione a sud di viale Brianza a Varedo (Az 9 - Sc 3) è stata spostata verso est a causa del pari spostamento del sottopasso faunistico (Az 10 - So 1), causato dalla pianificazione di una nuova rotonda laddove questo era stato originariamente previsto. Non viene spostato, invece, il sottopasso su via Ferravilla in Comune di Desio.


Nuovi boschi e riqualificazioni faranno sinergia con simili interventi già previsti dal Comune di Desio per rafforzare ulteriormente la connettività locale: si tratta delle aree indicate con i codici da Nb-A01 a Nb-A08 e sono compresi nel progetto “FORESTAZIONI COMPENSATIVE A SEGUITO DELL'AMMISSIONE AL CONTRIBUTO PROVINCIALE DI CUI ALL'ALBO DELLE OPPORTUNITÀ” (Luglio 2015); contemporaneamente l’impianto Nb-3 è stato ridotto per collimare con la disponibilità delle aree pubbliche.
Centralmente all’area è stato previsto un prato polifita realizzato tramite trasemina su un’area già libera da coltivazioni, incrementando la biodiversità locale sia in numero di specie che in diversità di ambienti.
Filari paesaggistici, a volte messi trasversalmente, fungeranno da collegamento tra questi elementi più naturali, così come la riqualificazione di due vicinali, utilizzate per la manutenzione degli impianti e dalla mobilità dolce, e i rispettivi filari associati.

   
Infine lungo il Canale Villoresi verrà sfruttata lo spazio lasciato libero dall’urbanizzato dal corso
del fiume Seveso: la sponda destra e le aree limitrofe saranno oggetto di una riqualificazione ambientale per restituire loro la funzione di area di sosta e fonte di biodiversità. Tale riqualificazione comprende un’area di circa 1,5 ha e ricade nel progetto “DISMISSIONE DEPURATORE VAREDO. DEMOLIZIONE IMPIANTI, RIQUALIFICAZIONE E RINATURALIZZAZIONE AREA” (luglio 2015) promosso da CAP Holding sul Comune di Varedo, cofinanziato in parte da  Regione Lombardia in forza della convenzione sottoscritta il 12 marzo 2014.
Di seguito vengono riportati gli interventi previsti. 
   
dal progetto preliminare
     
     
 
     
Specifiche dei lavori da eseguire  
            
   
   
     
Strada del sistema  pieve di Desio collegante Desio con  il comune di Masciago
         
La pieve era una circoscrizione territoriale civile e religiosa facente capo ad una chiesa rurale con battistero, detta chiesa matrice, alla qu­ale sono riservate alcune funzioni liturgiche e da cui dipendevano altre chiese e cappelle prive di battistero (1)
    
  
Nel borgo ,capo Pieve, vi era il mercato , l'ospedale (Carendon di San Giorgio), la Giustizia, le Carceri ecc. per fruire dei servizi e per garantire il controllo del territorio , occorreva un collegamento diretto con il centro  da qui la formazione della  viabilità di Desio (anno 1000 circa)
    
Anno 1000 circa la pieve di Dexio o Deussio    ( età precomunale ) è già una realtà  ed è pure reale il collegamento tra il borgo di Deussio e il vico di Masciago (Boixio)   che noi chiamiamo Strada vicinale Bertasciola di sotto che in realtà conduce alla cascina Bertasciola di sopra  di Masciago -(OGGI  Strada comunale per masciago 1900)
 
1347
 
   
1722
 
   
mappa della vicinale Bertasciola di sotto  tratta di  Desio 1722
    
1856-1873 
 
 
Mappa percorso di Masciago 1856                             Mappa percorso Desiano 1873
 
1856 
     
       
Comune di Masciago Milanese 1856  percorso bovisasco della Bertasciola di sotto
 
1888
 
   
  mappa completa del percorso  -dalla chiesa di San Siro e Materno e l'Oratorio di San Martino a
 Masciago (Bovisio Masciago) MAPPA MILITARE 1888
         
1954
 
 
     
Ecco come il tracciato della vicinale Bertasciola di sotto (che giungeva alla cascina Bertasciola di sopra   sic!)
     
1960
 
 
Strada vicinale Bertasciola di sopra ( Verde)
Strada vicinale Bertasciola di sotto   ora Strada comunale per Masciago ( Rosso ) nel comune di Desio
Strada consorziale della Baldaccina ( Giallo)
 
1975
     
 
Ancora nel 1975  rimaneva quasi intatta
    
    
   
   
Strada consorziale della Baldaccina  derivata dalla strada per masciago o Bertasciola 
   
   
 

 
   
    
Reportage fotografico delle condizioni odierne del sentiero
    
  
Inizio sentiero da cascina Bertacciola Bovisio Masciago
    primo pezzo cascina  inceneritore
aa aa
aa   aa aa
aa aa aa
    aa aa aa
aa aa aa
aa aa aa
ab ab ab
ab ab ab
ab ab ab
ab ab ab
ab ab ab
ab ab ab
ab ab ac
ac ac ac
ac ac ac
ac ac ac
ac ac
 
  
         
 
   
secondo tronco della vicinale -  inceneritore via Cattaneo -
    studio larghezza della comunale
 
ad ad ad
ad ad ad
ad ad ad
ad ad ad
ae ae ae
ae ae ae
 ae ae ae
ae ae ae

ae ae
ae ae ae
af af af
af af af
 
 
   
terzo tronco via cattaneo via Italo Calvino
 
ah ah ah
ah ah ai
ai ai ai
ai
 
 
     
 
 
Le cascine a cui conduceva la  nostra strada nel 1721 erano  chiamate (secondo il catasto) Cassina Baraggia
 
 
   
 
Le cascine a cui conduceva la  nostra strada nel 1856 erano  chiamate (secondo il catasto)
Cascina Bertasciuola di sopra e Cascina Bertaciuola di sotto 
(mappa censuaria del comune di Masciago Milanese)
 
 
  
 
Le cascine a cui conduceva la  nostra strada nel 1856 erano  chiamate (secondo il catasto)
Cascina Bertasciuola di sopra e Cascina Bertaciuola di sotto  (mappa censuaria del comune di Masciago Milanese)
 
   
  
   
Le cascine a cui conduceva la  nostra strada nel 1902 erano  chiamate (secondo il catasto)
Cascina Bertasciola di sopra e Cascina Bertaciola di sotto  (mappa censuaria del comune di Masciago Milanese)
   
 
 
    
  
Note:  1) Wikipedia
2)  Desio e la sua Pieve Alberto  Cappellini    (Archivio storico dell'Ente comunale di assistenza (sec. XII-XIX, ) cd. "ECA 1", depositato presso la Biblioteca civica;)  ECA testamento 28 giugno 1347
  
   
   
 

Copyright 2012-2019  ALTERNATIVAVERDE