CESANO HOME
 
PROGETTO LOCALE 19
 
PROGETTO LOCALE 20
 
PROGETTO LOCALE 23
   
GREENVAY
 
MITIGAZIONI AMBIENTALI 
   
RIPRISTINI AMBIENTALI
     
CIPE
 
OSSERVAZIONI
        
PROGETTO PRELIMINARE
 

                
     
 
    

Cesano Maderno   

Video :Pedemontana, un disastro viabilistico
 
 
Osservazioni presentate da  Insieme   in   rete   per   uno   sviluppo   sostenibile
 
   
OSSERVAZIONI AL PROGETTO DEFINITIVO DI AUTOSTRADA PEDEMONTANA
COMUNE DI CESANO MADERNO
 
TRACCIATO AUTOSTRADALE
 
Quale contributo ed integrazione del progetto riguardante il tracciato autostradale, si fanno presenti le seguenti possibili migliorie:

1. Si ritiene assolutamente necessario prolungare la copertura mediante collina artificiale fino all'intersezione con via Beato Angelico, così da mitigare l'impatto sul tessuto residenziale circostante ed incrementare le superfici da destinare a mitigazione a verde.

2. Prevedere una parziale copertura (trincea coperta) anche lungo la "Tratta C" a Cascina Gaeta, almeno tra le intersezioni di via per Desio e via Turati, in maniera tale da ridurre l'impatto sulle abitazioni limitrofe e recuperare altri spazi a verde per la mitigazione ambientale.
 
VIABILITA’ COMPLEMENTARE
 
Quale contributo ed integrazione dei progetti riguardanti la viabilità complementare, si fanno presenti le seguenti possibili migliorie:

3. Prevedere alberature con essenze autoctone su tutti gli assi nuovi e da riqualificare facenti parte della viabilità complementare.

4. Realizzare la viabilità di collegamento tra via Trento e via per Desio (in territorio di Desio) fondamentale per fluidificare il traffico che attraverserebbe il quartiere Molinello. Si segnala che tale strada è solo indicata nella planimetria 1:5000 e non in quella 1:2000
 
MITIGAZIONI AMBIENTALI
 
Quale contributo ed integrazione dei progetti delle mitigazioni ambientali si fanno presenti le seguenti possibili migliorie:

5. A completamento delle aree destinate a mitigazione già individuate dal progetto e poste ad ovest dell’attuale SS. N. 35, si propone l’ampliamento dell’intervento mitigativo previsto in quella porzione di territorio, tramite l’acquisizione e la messa a destinazione quale mitigazione ambientale, delle aree poste ad ovest di quelle suddette, come indicate nell’allegato 1. Tali aree, infatti, così come quelle già interessate dalla mitigazione ambientale, sono individuate dal PRG comunale vigente, come facenti parte del perimetro del “parco della Baruccanetta”, indicazioni che paiono compatibili con la mitigazione ambientale già prevista
   
 

Segnalazione miglioria / Cesano Maderno ALLEGATO 01 ( (riferimento tavola: D_AP_B2P19_CS01_000_TV_001_A)) 

   
OPERE DI COMPENSAZIONE AMBIENTALE
 Quale contributo ed integrazione del progetto di Compensazione ambientale n°19 si fanno presenti i seguenti errori formali:

6. All’interno del cosiddetto bosco della Canova, a confine fra Cesano Maderno e Seveso, nel 2006 furono fatti degli scavi archeologici nell’ambito delle indagini conoscitive funzionali al progetto preliminare del parco della Baruccanetta. Tali scavi avevano lo scopo di verificare la consistenza dei resti archeologici del sedime degli alvei delle due rogge (Borromeo e Traversi detta di Desio) che per secoli avevano solcato quei terreni. In particolare il sondaggio archeologico, insistendo sul punto di intersezione fra i due corsi d’acqua artificiali, ha verificato l’esistenza sotto poche decine di cm di terra, di opere idrauliche relative alle due rogge in questione (allegato 2, pp. 123-125). Tali risultanze, verificabili tramite la relazione archeologica a suo tempo scritta ed allegata al progetto preliminare del parco della Baruccanetta, non risultano con la dovuta importanza, dalla tavola del progetto di compensazione n. 19, di cui, invece potrebbe diventare parte integrante. Tali elementi sono infatti, di fondamentale importanza per il "Parco della Baruccanetta" che il Progetto n°19 dovrebbe considerare e riqualificare. Si consideri anche il tratto di roggia di Desio in territorio di Seveso caratterizzato da doppio filare di robinia e rientrante nel Progetto n°19 (allegato 3).
(riferimento tavola: D_AP_B2P19_CS01_000_TV_001_A)

7. Lungo il tracciato della Greenway sarebbe opportuno prevedere sistemi per rallentare in alcuni punti la velocità dei velocipedi, ciò al fine di garantire maggiore sicurezza a tutti i fruitori della nuova ciclabile. 
    
 
 
Segnalazione errore formale  /  Cesano Maderno ALLEGATO 03  (riferimento tavola: D_AP_B2P19_CS01_000_TV_001_A)
   
 
 OPERE DI COMPENSAZIONI AMBIENTALI PROPOSTE DALLA RETE
 
 
(estratto dal documento programmatico )
 
   
zona ricadente nel Parco della Baruccanetta e delle Rogge: coerentemente con il progetto preliminare relativo alla creazione del Parco della Baruccanetta e delle Rogge, approvato dall’Amministrazione Comunale di Cesano Maderno nel luglio del 2006, si chiede di realizzare una fascia di mitigazione e compensazione ambientale, in parte a prato rustico stabile e in parte a forestazione urbana, a cavallo del futuro tracciato autostradale, che in questo tratto scorrerà in galleria artificiale e verrà sostituito da una viabilità di arroccamento a raso. Ciò consentirà di creare una vera e propria spina verde nord-sud tra il centro di Cesano e le frazioni di Molinello e Cascina Gaeta, come negli obiettivi del Parco della Baruccanetta e delle Rogge, nonché a scala più ampia un corridoio ecologico e di fruizione ciclo pedonale di collegamento con il Bosco delle Querce a nord e con il PLIS del Grugnotorto Villoresi a sud.
   
zona compresa tra il grande svincolo di Cascina Gaeta-Binzago e il confine di Desio: si richiede una riqualificazione ambientale complessiva delle aree adiacenti al tracciato PEDEMONTANA mediante mirate opere di mitigazione e compensazione ambientale e ripristinando la naturalità dei luoghi, oggi in parte compromessi dall’uso improprio dei suoli, con la realizzazione di fasce boscate, siepi e filari che andrebbero a connettersi con il sistema del verde presente in territorio di Desio. Si ricorda che quest’ambito è inoltre interessato dalla presenza di un corridoio ecologico secondario (art. 58) e da una zona extraurbana con presupposti per l’attivazione di progetti di consolidamento ecologico (art. 61) individuati dal PTCP della Provincia di Milano. Inoltre si richiede che per tale area venga richiesta l’adesione all’esistente Parco Locale d’Interesse Sovracomunale “Brianza Centrale”.
   
 

 Cesano Maderno - Pedemontana: Il nuovo tracciato aggira la cava per evitare la bonifica

Pedemontana attorno alla cava Il caso sul tavolo della Provincia

 Il nuovo tracciato aggira l’area per evitare la bonifica

 da il giorno 9 NOVEMBRE 2010

 di GABRIELE BASSANI
 
IL CASO DELLA «DISCARICA con l’autostrada intorno», arriva sul tavolo del presidente della Provincia, Dario Allevi. A presentarglielo è il suo «collega», presidente del consiglio comunale di Cesano Maderno, Franco Busnelli, che prende spunto proprio dalle recenti dichiarazioni di Allevi circa la volontà da parte della Giunta provinciale, di vincolare all’inedificabilità le aree limitrofe al tracciato dell’autostrada Pedemontana, nell’intento di tutelare il territorio sotto il profilo ambientale. Di qui l’idea di Busnelli di mettere al corrente anche Allevi del caso cesanese, dove il progetto della nuova autostrada è stato modificato, nella zona del collegamento tra la tratta Desio-Vimercate e la Cesano-Cermenate (ex Milano-Meda) al confine con Bovisio Masciago, per evitare la bonifica di una cava utilizzata per anni come discarica di vernici e affini. «Lo stato di inquinamento del sito - scrive Busnelli nell’appello ad Allevi - è comprovato sia da indagini geologiche che avevano rilevato un alto tasso di tetracloroetilene ed altri inquinanti, sia da corrispondenze più che significative attestanti lo scarico di un quantitativo annuo di componenti di vernici di scarto pari a 100.000 kg. Tali elementi sono anche noti nell’ordinanza di bonifica n.40 del 2002 emessa dall’allora sindaco Pietro Luigi Ponti». Insomma, la situazione dell’ex Cava Girardi pare essere tutto meno che un mistero, visto che ci sono diversi documenti che nel corso degli anni ne certificano le condizioni e la necessità di interventi. L’ultimo progetto defintivo di Pedemontana, quello approvato esattamente un anno fa dal Cipe però introduce una grossa novità: il tracciato viene modificato per non coinvolgere direttamente l’area della cava ma al contrario per «girarle intorno». Si arriva al paradosso, come denuncia Busnelli, che tale area «viene da una parte interclusa tra gli svincoli e dall’altra parte esclusa da qualsiasi intervento sia di bonifica che di compensazione». Un paradosso del quale Busnelli ora vuole mettere a conoscenza quanti più organi possibili, dopo che già il sindaco di Cesano Maderno, con un documento sottoscritto da tutti i capigruppo consigliari e dallo stesso presidente Busnelli, il 29 giugno scorso, lo segnalarano a Regione e Pedemontana, senza peraltro ricevere risposte.

 
 
DOCUMENTI ;
 
LETTERA ALLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA  2 NOVEMBRE 2010
 
LETTERA ALLA REGIONELOMBARDIA 29 LUGLIO 2010
 
ORDINANZA DEL SINDACO DI CESANO MADERNO DEL 07 DICEMBRE  2007
 
MAPPE SVINCOLO CONTAMINATO
 
LETTERA DEL COMUNE DI MILANO AL COMUNE DI CESANO MADERNO 17 LUGLIO 1979