HOME PAGE ARCHIVIO  MAPPA DI DESIO  TOUR VIRTUALE

 
 
  
    
 
 
 
Interpellanza
AREA   D4  (PRG)  
 
   
     

   
 
 

 
   

 
   



 
   
 

Desio, il Pd porta i documenti in Procura: nel mirino i terreni attorno al Pam

   
July 2, 2010 by juble
da Il Giorno
articolo di ALESSANDRO CRISAFULLI
 
Aree agricole trasformate in edificabili dopo numerosi passaggi di mano
   
— DESIO —
DETTO, fatto. «Visto che la maggioranza non vuole discutere politicamente di questi problemi e non vuole autotutelarsi, di fronte a situazioni sospette, ci abbiamo pensato noi, portando tutto il materiale in Procura».
 
IL PD DI DESIO ha mantenuto la promessa fatta nell’ultimo consiglio comunale e martedì, attraverso il consigliere Lucrezia Ricchiuti, ha messo insieme un faldone e portato tutto al Tribunale di Monza, all’attenzione dei pm Baggio e Mapelli, che già indagano su situazioni relative al territorio desiano. «Questa non è la strada che preferiamo - ha spiegato il segretario cittadino Tommaso Andreano in una conferenza stampa - ma siamo ormai costretti a percorrerla, e lo faremo ancora, di fronte a situazioni poco limpide: su legalità e difesa del territorio non faremo sconti a nessuno». Sono tre, in particolare, le segnalazioni fatte alla Procura, «affinché questa possa verificare se tali documenti possano ritenersi utili alle indagini in corso», è spiegato nella lettera accompagnatoria: la prima riguarda l’area definita D4 nel vecchio Prg, cioè quella accanto al terreno della futura Pam. Un terreno passato da agricolo a edificabile con la variante urbanistica del 2004 e dove «dalle visure catastali e camerali - scrive il Pd - risultano numerosi passaggi di compravendite riconducibili a persone e società che sembrano soggette ad inchiesta da parte della vostra Procura. 
   
Si fa inoltre presente che la richiesta di cambio della destinazione d’uso nel 2004 sia stata fatta da una società, Il Guado srl, che non risultava essere la proprietaria dell’area all’epoca». «Un vortice di passaggi di proprietà in cui ritornano sempre nomi di persone e società a quanto pare legate a Ponzoni - aggiunge Ricchiuti - tra l’altro in un pezzettino dell’area, per la quale sono state richieste due licenze commerciali su un totale di 2.500 metri, sarebbero stati trovati rifiuti sotterrati, pare fino a 8 metri di profondità».

 
 
Area D4   PRG desio  VIA LEONCAVALLO
 
LA SECONDA segnalazione ha riguardato proprio l’area Pam, dove è previsto il maxi centro commerciale con torre direzionale di 70 metri: «dove abbiamo rilevato acquisizioni di terreni da parte della Pam - ha spiegato il capogruppo Roberto Corti - a prezzi anomali, fino a 244 euro al metro quadro, assurdo per terreni che allora, nel 2003, non servivano a nulla. Perché li ha pagati così tanto?». Infine, il Pd ha portato all’attenzione della magistratura la vicenda di un immobile residenziale di via Brennero, «appartenente alla Immobiliare Mais srl, in cui gli appartamenti risultano essere venduti a terzi, nonostante non siano dotati di idonea agibilità». «Alcuni cittadini hanno provato a vendere l’appartamento per motivi loro ma non ci riescono - ha aggiunto Ricchiuti -, la Mais ha chiesto il concordato fallimentare, se fallisse a rimetterci sono i cittadini».

     

   
   

 

   
     
      
 



E-Mail    Scrivici

Copyright 2008 ALTERNATIVAVERDE