CASCINA AMERICANA (ATR1)
    
SAN GIUSEPPE (atr2, 3)
 
STRADA PER MUGGIO'(atr4)
 
BIVIO BINZAGO CESANO (ac1)
 
CASCINA BOLAGNOS
 (ac2, ac3)
 
VIA OSLVIA (ac4a)
 
nord CIMITERO NUOVO (ac4b)
 
EX CARCERE (ac5a)
 
FRONTE CARABINIERI
(ac5b)
 
ZONA STAZIONE (ac6)
 
Via MONTI(ac7)
 
SAN GIORGIO (ac8)
 
SAN PIETRO E PAOLO (ac9)
 
SUD EST CIMITERO NUOVO (ac10)
 
sud SAN GIUSEPPE (ac11)
 
VIA SOLFERINO (ac12)
 
SPACCONE (ac13)
 
BOSCHETTO (ac14)
 
LINK
   tutto quello che dicono e non dicono i blog e siti di desio
 
 Alternativaverde per Desio
 
   Desio Democratica
 
Made in Desio
 
Insieme in rete per uno sviluppo sostenibile
 
no inceneritore Desio
 
The NEXT - Controinformation
 
   

OSSERVAZIONI SUI SERVIZI
   
   

               

                 

COMITATO 
 PIU' DESIO MENO CEMENTO  
CAMBIAMO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO


  a cura del comitato più desio meno cemento 

OSSERVAZIONE AL PGT DI DESIO

adottato con deliberazione del C.C. n° 85 del 18 ottobre 2008

PIANO DELLE REGOLE, PIANO DEI SERVIZI & NTA


 
1.0   Premessa
   
L’ultima variante al PRG risale all’anno 2000 e si è caratterizzata per una forte espansione edilizia che ha privilegiato la realizzazione di nuovi edifici rispetto al recupero del costruito.
Oggi Desio non ha necessità di utilizzare altro territorio attualmente non edificato.
Il nuovo PGT dovrà quindi avere un’impronta fortemente conservativa.

Dalla tavola di piano sembra che in definitiva tutto l’impianto del PGT sia improntato a rendere edificabili le ultime aree libere (verdi) del territorio comunale (fatta eccezione delle zone comprese nel Parco). In particolare si puo' notare la completa cementificazione nei pressi della cascina Bolagnos,area S.Giuseppe ,Cascina Americana e cimitero nuovo. A queste A.C.  si aggiungono inoltre le numerose aree di completamento “*” , che non prevedono una scheda tecnica, e le ATR.
Il  concetto di “sviluppo sostenibile”, a cui dice di ispirarsi il Piano perde così consistenza . Ciò che deve essere attuata non è una verifica di sostenibilità, ma prioritariamente deve essere fatta una valutazione in termini di risanamento ambientale dell’intero territorio comunale:rispetto al consumo di nuovo territorio, si dovrebbe puntare sull’utilizzo del patrimonio abitativo sfitto e quindi la ristrutturazione degli edifici esistenti, anche attraverso lo snellimento delle procedure burocratiche e l’abbattimento degli oneri.
la recente L.R. 12/2005 ha introdotto nuove procedure e nuovi strumenti, che
renderanno ancora più malleabile la pianificazione urbanistica, fino a renderla inutile dal punto di vista della conservazione ambientale, ma strumentale per chi intende speculare, più di quanto non abbia fatto negli ultimi decenni. Stiamo parlando della cosiddetta “urbanistica contrattata” (o, come più volte citato nel Documento di Piano in esame, di sinergie tra pubblico e privato), che potrebbe rivelarsi una sorta di ricatto economico per i comuni, che si vedranno costretti ad usare il territorio per far cassa.
La prima verifica da condurre rispetto alle aree residenziali, è in ordine all’incremento demografico in atto e al reale fabbisogno di nuovi volumi. In tal senso il PGT in esame non cita questo tipo di accertamento.

Da evidenziare, e quindi da integrare prima dell’approvazione, l’assenza di:
un PUT (Piano Urbano del Traffico)
un Piano dei parcheggi
un piano commerciale
il piano energetico
il piano delle antenne
un piano di edilizia economica popolare
un piano del verde
   
                    INDICE
1 PREMESSA   
2 Piano dei servizi   
2.1 Percorsi di connessione urbana qualificati   
2.2 Percorsi urbani di collegamento   
2.3 Isola pedonale di via Garibaldi    
2.4 Piano dei trasporti    
2.5 Parcheggi pubblici  
2.6 Parcheggi privati    
3 Aree di completamento (aC)    
3.1 AC4a, ac4b, ac5a    
3.2 AC5b   
3.3 AC6    
4 nta   
4.1 Classe energetica degli edifici   
4.2 Tessuto ad assetto modificabile (R3)    
4.3 RECUPERO ACQUE PIOVANE & solare termico   
4.4 Edilizia residenziale pubblica:   
4.5 ABUSIVISMO EDILIZIO    
4.6 Piani attuativi    
4.7 norme varie  
5 competizione per costruire in qualita’ 
6 Osservazioni varie 
6.1 Centro storico:
6.2 PARCHEGGI
6.3 PIANO ENERGETICO
6.4 PIANO ANTENNE
6.5 ABITANTI:
6.6 RIQUALIFICAZIONE DELL’ESISTENTE   
6.7 AREE PRODUTTIVE    
6.8 AREE CON ASSETTO DA MODIFICARE O MODIFICABILE    
6.9 Commercio:   
7 Altre proposte    
7.1 Riqualificazione e non espansione    
7.2 idee operative    

   

       


  a cura del comitato più desio meno cemento