Varedo home 
   
Varedo az 9
 
Varedo az 10
 
Varedo az 11
     
 Varedo PL 21
 
Varedo vasche
di laminazione
 
Varedo pianura
    
Varedo bosco coop
               
Varedo intesa 2015
   
Varedo intesa 2020
   
   
         
  
      
ALBIATE (MB)
   
BELLUSCO (MB)
    
BOVISIO-MASCIAGO (MB)
    
CARATE BRIANZA (MB)
   
CERIANO LAGHETTO (MB)
     
CESANO MADERNO (MB)
   
CINISELLO BALSAMO (MI)
   
COGLIATE (MB)
 
CONCOREZZO (MB)
     
CORNATE D'ADDA (MB)
                       
DESIO (MB)
 
GIUSSANO (MB)
   
LAZZATE (MB)
       
LENTATE SUL SEVESO (MB)
      
LIMBIATE (MB)
  
LISSONE (MB)
  
MACHERIO (MB)
  
MEDA (MB)
 
MEZZAGO (MB)
     
MISINTO (MB)
       
MONZA (MB)
   
MUGGIO' (MB)
         
NOVA MILANESE (MB)
 
PADERNO DUGNANO (MI)
    
SENAGO (MI)
  
SEREGNO (MB)
 
SEVESO (MB)
    
SOVICO (MB)
 
 TRIUGGIO (MB)      
 
VAREDO (MB)
 
VERANO (MB)
   
               

   
     

OSSERVATORIO ECOLOGICO BRIANZA

    
  

Varedo

    

        
 
COMPENSAZIONE AMBIENTALE  DELLA COSTRUZIONE COOP DI BUSTO GAROLFO
     
           
COMPENSAZIONE FORESTALE a seguito di trasformazione di aree boscate
a Busto Garolfo  della Coop Lombardia, Mc Donald ecc.
     
 20.000 mq
 
   
   
   
   
Secondo il Piano di Indirizzo Forestale (PIF) l'area boscata ubicata nel comune di Busto
Garolfo è trasformabile. In conseguenza alla trasformazione per scopi urbanistici (nuove
costruzioni) il rapporto di compensazione stabilito dalla tabella specifica allegata al PIF
è di 1:2. Secondo questo rapporto, essendo la superficie boscata da trasformare in Busto
Garolfo pari a 10.630 mq, la superficie interessata alla compensazione forestale in
comune di Varedo è pari a 21.260 mq.
   
     
      mancano all'appello 1000 mq di bosco pari a circa 2000 mq
 
   
contesto dell'area distrutta  il bosco originario era di 30000 mq.
   (gia' diviso dalla strada)
      
      
     
Varedo Valera progetto
           
        Aggiungiamo che l'area distrutta di Busto Garolfo e'di 50000 mq
 
non abbiamo notizia di altre compensazioni ambientali.
         
    
     
   
       
         
        
        
Dal contratto e'  prevista:
      
.................5.4 Attività manutentive previste .........................
Operazioni post impianto sono costituite principalmente da irrigazioni, più frequenti nella prima stagione estiva post impianto, e sfalci della vegetazione erbosa spontanea da eseguirsi con trincia portata da trattrice tra le file e rifiniture sulle file con decespugliatore (ponendo la massima attenzione a non danneggiare le giovani piantine forestali).
Tali interventi saranno necessari sopratutto nei primi 3-4 anni e termineranno con l'eliminazione delle reticelle protettive che avverrà al 7° anno, a seguito di accertamento finale di buona riuscita dell'impianto.
In particolare nel primo anno si prevedono n° 4-5 interventi irrigui di soccorso localizzati, mediante l’apporto di almeno 20 l d’acqua/pianta, da eseguirsi con botte trainata da trattrice.
La frequenza degli interventi potrebbe variare in funzione dell'andamento stagionale e dello stato dell'impianto.