Desio home
  
 Desio azione 5
   
Desio azione 6
 
Desio azione 7
 
Desio azione 8
   
Desio azione 9
 
Desio azione 10
   
Progetto locale 23 Pedemontana
  
Progetto greenway a Desio
    
Ripristini Pedemontana
      
Mitigazioni ambientali Pedemontana
   
Recupero ecologico cava via Agnesi
    
aree di compensazione ambientali
 
Desio pianura e collina
    
   
         
 
   
         
  
      
ALBIATE (MB)
   
BELLUSCO (MB)
    
BOVISIO-MASCIAGO (MB)
    
CARATE BRIANZA (MB)
   
CERIANO LAGHETTO (MB)
     
CESANO MADERNO (MB)
   
CINISELLO BALSAMO (MI)
   
COGLIATE (MB)
 
CONCOREZZO (MB)
     
CORNATE D'ADDA (MB)
                       
DESIO (MB)
 
GIUSSANO (MB)
   
LAZZATE (MB)
       
LENTATE SUL SEVESO (MB)
      
LIMBIATE (MB)
  
LISSONE (MB)
  
MACHERIO (MB)
  
MEDA (MB)
 
MEZZAGO (MB)
     
MISINTO (MB)
       
MONZA (MB)
   
MUGGIO' (MB)
         
NOVA MILANESE (MB)
 
PADERNO DUGNANO (MI)
    
SENAGO (MI)
  
SEREGNO (MB)
 
SEVESO (MB)
    
SOVICO (MB)
 
 TRIUGGIO (MB)      
 
VAREDO (MB)
 
VERANO (MB)
   
               

     
   

OSSERVATORIO ECOLOGICO BRIANZA

 
 

DESIO

    

      
      
azione 8 nexus
     
PUNTO DI CONTATTO
  
azione sospesa  (non sappiamo le motivazioni) 
   
Comune di Desio
     
  
Quest’azione, seppur limitata nell’estensione, presenta  notevoli elementi di importanza: è il punto in cui il Corridoio NEXUS cambia bruscamente direzione, formando un gomito verso sud, e ci si trova alle soglie del tratto promiscuo con Pedemontana. Inoltre poco distante termina uno degli estremi del progetto“Vie di contatto”, promosso dai Comuni di Cesano Maderno e Desio, il PLIS Grugnotorto Villoresi e ilParco Regionale delle Groane, con il finanziamento di Fondazione Cariplo, che si propone di creare unaconnessione ecologica tra gli spazi aperti del PLIS e il Parco Regionale. Nella prospettiva di una reteecologica locale, quindi, questa ridotta porzione di territorio è di importanza strategica.

Proprio in questo tratto così importante insiste un’urbanizzazione in espansione che sottrae spazi agli ambiti agricoli, oltre a due strade di medio scorrimento che frammentano il varco. Il Masterplan del Progetto individua in questa zona una situazione a rete, sottolineando l’elevato numero di recinzioni che chiudono zone residenziali e campi agricoli e riducono ulteriormente la permeabilità.
È necessaria una pianificazione attenta che confermi la funzionalità del corridoio ecologico in questo tratto.
 
 
 
   
L’obiettivo dell’azione è il rafforzamento della connessione ecologica in questo tratto del Corridoio NEXUS. Data l’importanza di questa azione (vedi descrizione area d’intervento) e la permanenza di spazi aperti ancora non urbanizzati si è deciso di utilizzare elementi di notevole spessore quali siepi di connessione (Sb) e la realizzazione di nuovi boschi
(Nb). Siamo in un territorio interessato da altre progettazioni, ed in particolare si sfrutterà come direttiva per gli interventi il tracciato della Greenway di Pedemontana: lungo il percorso è già previsto un filare paesaggistico, che viene inserito anche nella nostra progettazione (Fp).

Per creare nuovi ambienti naturali sorgenti di biodiversità e impedire la chiusura del varco con nuove edificazioni è prevista la creazione di tre nuovi boschi.

Nell’area dove sono previsti il nuovo bosco Nb2 e la riqualificazione boschiva Rb1 verrà preventivamente effettuata una bonifica per eliminare eventuali inerti, casotti e recinzioni presenti.
   
Infine, per deframmentare ulteriormente il varco sono previsti due sottopassaggi faunistici, uno sotto la strada provinciale SP151 e uno sotto via per Binzago, Desio. Entrambi i sottopassaggi sboccano su aree boscate, nuove o in progettazione, ma nel caso del sottopassaggio So 1, vista l’ampiezza dei fronti dei boschi che si affacciano sulla strada, si rende necessaria la realizzazione di siepi barriera che indirizzino la fauna verso l’imbocco del sottopassaggio stesso.

Per le specifiche di realizzazione dei veri interventi si fa riferimento all’abaco dei tipologici.
     
    
 
   
tabella specifiche azione 8
   
fattibili sotto il profilo urbanistico in quanto già previsti dalla progettazione dei percorsi ciclabili della Greenway Pedemontana.

L’area dove sono previsti gli interventi sono di proprietà privata ad eccezione dei mappali che ricadono nell’intervento di riqualificazione boschiva (Rb1) e bonifica di usi impropri (Bp2). Per tutti i terreni privati è prevista l’acquisizione (vedi piano economico).

Per quanto riguarda ii sottopassi faunistici è stata  studiata la collocazione ideale.
In particolare il sottopasso So1 dovrà essere realizzato sotto la strada provinciale SP151, in via per Desio nel punto individuato nell’immagine seguente. La traccia del sottopasso passerà sotto la sede stradale e la pista ciclabile posta a lato della carreggiata. Per la realizzazione andrà posizionato un tubo di 1 m di diametro e della lunghezza di circa 15 metri. Vista la presenza di sottoservizi nel tratto in oggetto, in fase di progettazione preliminare è necessario un approfondimento per definire la quota di insediamento del sottopasso.
 
Il sottopasso So2 dovrà essere realizzato sotto via per Binzago in Comune di Desio nel punto individuato nell’immagine seguente. La traccia passerà sotto la sede stradale e sotto la pista ciclabile posta a lato della carreggiata.
      
  
sottopasso So1 via per Cesano a DESIO
  
 
sottopasso So 2 Via per Binzago a Desio
 
 
     
come si presenta oggi il bosco a Mulino Arese di Desio da bonificare