FERITE DI DESIO
    
I   v. Molinara nord
 
II  v. Monti
 
III v. S. Bernardo
 
IV v. per desio
 
V   tang, ovest
 
VI v. Agnesi
 
VII    Valera
 
VIII   v. Masciago
 
IX v. Dei Boschi
 
X v. Zandonai 
 
XI v. Molinara sud
 
XII v. De Luca
 
XIII v. Brianza
 
XIV v. Oslavia
 
XV aree zona B
 
XVI v. delle Baraggiole
 
XVII zona s. Carlo
 
XVIII Nord torre Piezometrica
   
XIX Oves torre Piezometrica
     
XX Ex Abrasivi
       
XXI via Leoncavallo
 
XXII v. Filippo da Desio
 
XXIII v. Villoresi
   
XXIV via Leoncavallo nord
   
XXV v. Rovani
 
XXVI v. Calvino
         
     
   
LE FERITE ECOLOGICHE
DI DESIO SUL WEB GOOGLE
 
 
Dossier cave di Legambiente
 
 
    E-Mail    Scrivici
   

Le ferite ecologiche di DESIO
  
VIII area degradata direttiva seveso  ( fianco campo volo)
  
  (deposito-discarica materiale da bonifica delle aree contaminate da diossina 1976)
 
 
 
 
 
 
   
   
L'AREA NEL 1977
   
L'AREA NEL 1977
  
 
LEGENDA
  
Panoramica della vasta area degradata di Desio zona forno inceneritore
 
 
 
 
   
LEGGE REGIONALE 27 maggio 1985 , N. 60
Istituzione di vincoli e destinazioni d’uso nell’area bonificata ai sensi della l.r. 17 gennaio 1977, n. 2

(BURL n. 22, 2º suppl. ord. del 30 Maggio 1985 )

urn:nir:regione.lombardia:legge:1985-05-27;60
     
Art. 1.
1. A far data dall’entrata in vigore della presente legge nelle aree dei comuni di Seveso, Meda, Desio e Cesano Maderno, già interessate da operazioni di bonifica e ripristino ambientale ai sensi della l.r. 17 gennaio 1977 n. 2è fatto divieto di qualsiasi attività edificatoria o di trasformazione del suolo e del sottosuolo, ad eccezione degli interventi necessari alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei manufatti realizzati nell’ambito della bonifica, nonché delle attività agronomiche conservative e migliorative per l’ambiente boschivo. (1)
2. Nell’area di cui al primo comma possono svolgersi soltanto le attività e le iniziative previste dall’accordo transativo intervenuto il 10 dicembre 1980 fra lo Stato, la regione Lombardia e la società Givaudan e Icmesa.
3. Gli strumenti urbanistici dei comuni interessati sono variati in relazione a quanto previsto dal precedente 1º comma.
   
Art. 2.
1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell’art. 43 dello statuto e 127 della Costituzione ed entra in vigore il giorno successivo della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della regione Lombardia.
     
NOTE:
1. Vedi comma 172, art. 3, l.r. 5 gennaio 2000, n. 1.
"In deroga al divieto di cui all’art. 1, comma 1, della l.r. 27 maggio 1985 n. 60 (Istituzione di vincoli e destinazioni d’uso nell’area bonificata ai sensi della legge regionale 17 gennaio 1977, n. 2), nelle aree all’interno del Parco Bosco delle Querce, nel territorio del comune di Seveso, è ammissibile l’esecuzione delle attività edificatorie connesse alla realizzazione del Centro Studi e Informazione della Fondazione Lombardia per l’Ambiente".
 
 
   






Copyright 2008 ALTERNATIVAVERDE