HOME PAGE ARCHIVIO  MAPPA DI DESIO  TOUR VIRTUALE

    
 
 
 
 
 
   
     
   
CENTROSINISTRA

      
  LINK

Osservatorio PGT brianza EST
 
 
 
 
Le Monde diplomatique 
 
WWF Groane-Il laghetto di San Carlo a Seregno
 
Parco Grugnotorto Villoresi
 
Parco brianza centrale
 
Parco del rio Vallone
   
Cascinazza Monza   
 
   



 

UNA PEDEMONTANA PER TUTTI

Consiglio Comunale  26 MAGGIO 2009
 
 
1) si chiedono 5 milioni di euro di risarcimento di danni…ma si disertano le riunioni decisive dove chi conta (Regione Lombardia, Società Pedemontana ed altri) prende le decisioni importanti…lasciando i cittadini da soli in balia degli espropri…
 

2) si chiede, anche giustamente, di ridurre la dimensione della stazione di servizio vicino all’Ospedale…ma si riducono di due terzi le compensazioni che Pedemontana ha proposto spontaneamente, perché su San Giuseppe e su cascina Americana, invece che fare compensazione ambientale per cercare di ridurre l’impatto dell’infrastruttura, come sarebbe stato logico, si è deciso di costruire occupando ulteriormente altro suolo… PGT DOCET…

 
3) si chiede che le abitazioni su via Bassi vengano piantumate con una striscia (!) di alberi, per ridurre l’impatto dell’autostrada sulla residenza…ma per favore… invece di muovere mari e monti anche in Regione… per far modificare lo svincolo sulla Valassina per farci stare un albergo e l’ennesimo capannone … il Sindaco non avrebbe potuto impegnarsi per dei normali cittadini che ora vedranno modificata la loro vita in peggio e certamente vedranno diminuire il valore delle proprie abitazioni? Il PGT ha persino contravvenuto ad una prescrizione del CIPE, l’organismo governativo che ha approvato il progetto preliminare dell’autostrada Pedemontana, che ordinava di non occupare con nuove costruzioni gli svincoli e le rampe d’accesso all’autostrada e prescrivendo che tali aree venissero destinate ad opere di mitigazione ambientale!!! Anche la Provincia di Milano ha rilevato tale discrepanza bocciando sonoramente il PGT…perché non si chiede di destinare le aree che verranno occupate dall’albergo e dai capannoni a bosco?? Invece di chiedere una ridicola fila di alberi…
 
4) non andare alle riunioni non paga… voler addossare a Pedemontana la responsabilità degli espropri, nemmeno… si invita, con tanto di manifesto, Pedemontana ad un confronto pubblico con i cittadini per addossare ai tecnici gli improperi degli espropriandi e per cercare di nascondere la nullità della propria azione politica…e Pedemontana non ci casca e non viene facendo fare all’amministrazione un’imbarazzante e vergognoso dietro front…e si dà la colpa alla regione…
Desio avrà tutto il nord del territorio devastato, ma non riesce nemmeno ad organizzare un’incontro con i tecnici, mentre Seregno cui Pedemontana occupa solamente 200 m., proprio oggi pomeriggio ha tenuto una riunione con fra gli espropriati ed i tecnici di Pedemontana in consiglio comunale...!
 
5) Il progetto definitivo è stato approvato il 21 aprile, il 23 aprile gli elaborati erano già arrivati in comune, il 19 giugno scade il termine per fare le osservazioni, ma il 29 maggio in regione ci sarà la conferenza dei servizi decisiva per prendere le decisioni importanti sul progetto definitivo e…lo sportello dedicato ai cittadini viene aperto solamente il 12 maggio…ma cosa fa il Sindaco?
 
6) e ai novelli Don Chisciotte che mentono sapendo di mentire sull’argomento, quando affermano di voler cambiare il tracciato di Pedemontana per motivi elettorali, dico solo questo: nel 1995 era solo Alternativa Verde per Desio che raccoglieva firme contro Pedemontana… il tempo ci ha dato ragione, agli elettori dico solo di non fidarsi di colui che con la legge obbiettivo ha tolto la facoltà di scegliere ai cittadini e di dare fiducia a chi da sempre è dalla loro parte con coerenza

 
 
Sergio Mariani
Alternativa Verde per Desio
 

     
   
   
 

   
     
      
Linea diretta
con il consigliere
Sergio Mariani  
    
 


E-Mail    Scrivici

Copyright 2008 ALTERNATIVAVERDE