Mail  -  Scrivici 

               

   

ALTERNATIVAVERDE PER DESIO ©           






Consiglio comunale di Desio 10 giugno 2008
 

METROTRAMVIA: UNA OPPORTUNITA’ DA POTENZIARE

(Anello tranviario a Desio)

    



     
–Abbiamo accolto con favore il progetto della nuova Metrotramvia presentato in Consiglio Comunale il 19 marzo scorso dagli ingg. Viganò e Broglia della Società MM S.p.A.;
–In Europa, il trasporto su ferro nelle città è una realtà ormai consolidata, ed avere un tram che da Milano arriva sino nel centro di Desio è una ricchezza che dobbiamo non solo sfruttare ma anche potenziare, e che ci avvicina sempre più all’Europa


–I nuovi convogli sul nuovo tracciato avranno una frequenza di 8 minuti rispetto ai 40-50 improponibili di oggi. La nuova frequenza è ottima se si considerano i tempi e le richieste legate alla velocità di spostamento della vita di oggi;
–Aumenteranno anche le fermate e verrà rivitalizzato l’asse nord sud che da sempre ci lega a Milano;
–Ciò che ci interessa, e che dovrebbe interessare anche all’amministrazione di Desio, è un ottica di rete con gli altri comuni attraversati da questa, ma anche da altre tramvie gestite dal medesimo soggetto: ATM


 

Punti critici rilevati dopo attente analisi:

 

Intermodalità del nuovo tracciato con i tracciati esistenti (Cusano Milanino e Limbiate);
•Gestione dei semafori sul tracciato; 
•Abbandono del tronco tramviario esistente nel centro cittadino di Desio;
•Abbandono dell’attuale rimessa di Desio


 

Credendo che il futuro della mobilità in Lombardia, sia il trasporto pubblico:

   

Ci muoveremo in “rete” con altri soggetti istituzionali e non che hanno la nostra stessa visione del trasporto pubblico su tram del nord Milano, per chiedere che:
–La nuova tramvia sia collegata con quella del Milanino, e che il Milanino stesso diventi centro intermodale anche per chi da Desio voglia cambiare linea per aumentare le possibilità di destinazione di arrivo all’interno della città di Milano;
–Venga riammodernata anche la linea tramviaria di Limbiate per rendere ancora più efficiente il servizio offerto


Chiederemo che la gestione dei semafori, al passaggio dei nuovi convogli, venga gestito da un solo soggetto e non lasciato ad ogni singolo comune, perché:
–Siano garantiti i tempi di percorrenza della linea che deve avere la precedenza sul traffico automobilistico;
–Sia evitato che qualche comune possa, attraverso la gestione comunale dei semafori, agevolare il trasporto su gomma rispetto a quello su ferro


•Chiederemo che venga mantenuto, e potenziato attraverso la costruzione di un nuovo collegamento sulla via Milano sino al nuovo tracciato, il tronco a fondo cieco che ora attraversa il centro cittadino sino alla rimessa, in maniera tale che attorno a Desio venga a costituirsi un “anello” di servizio pubblico su tram, perché:
–Avremo un servizio pubblico su rotaia circolare che permetterebbe di collegare fra loro in breve tempo punti strategici della città: Comune, Piazza, via commerciale-terziaria-residenziale Corso Italia-Garibaldi, tutte le scuole ed i plessi pubblici e privati che si trovano lungo il tracciato (Pio XI, Scuole blu, Consorzio, ecc.), cimitero vecchio e nuovo, Ospedale: tutto in otto minuti di attesa massima, per studenti, anziani, giovani, mamme e bambini (utenza debole)!;


Chiederemo che venga mantenuto, e potenziato attraverso la costruzione di un collegamento sulla via Milano, il tronco a fondo cieco che ora attraversa il centro cittadino sino alla rimessa, in maniera tale che attorno a Desio venga a costituirsi un “anello” di servizio pubblico su tram, perché:

In caso di interruzione del servizio per qualsiasi motivo su Via Milano (p.e. incidente, dato che in certi punti il tracciato  - a binario unico - sarà molto stretto), passando per il centro di Desio, il servizio non risulterà mai deficitario


Con la costruzione del nuovo anello tramviario si renderà probabilmente inutile la costruzione di una nuova rimessa a confine con Seregno, in questo modo:


Si eviterà di occupare suolo agricolo attualmente inedificato;
Si risparmierà denaro pubblico poiché si ristrutturerà quella vecchia;
Si eviterà che la dismissione della vecchia rimessa diventi occasione per una nuova colata di cemento per Desio…
In ogni caso, se la nuova rimessa si dovesse fare, nella vecchia si dovrebbe attuare quanto previsto nel Piano del Verde che prevede l’istituzione di un nuovo Parco Urbano, dato che la nuova rimessa va ad occupare spazio ora a verde, che dovrà in qualche modo essere restituito alla città





Organizzeremo un incontro PUBBLICO, al quale chiediamo già ora all’amministrazione comunale di partecipare, dove è nostra intenzione invitare esperti della MM S.p.A., per ragguagli tecnici sulle nostre proposte, ma anche rappresentanti della Società civile ed istituzionale (associazioni, comuni, provincia, regione) direttamente interessati a queste proposte, allo scopo di darle corpo e forza a tutti i livelli


METROTRAMVIA: COSA CHIEDIAMO ALL’AMMINISTRAZIONE DI DESIO


–Di farsi capofila e di appoggiare le nostre proposte presso le istituzioni locali e sovracomunali per aumentare e potenziare il trasporto pubblico su tram a livello locale, attraverso la costruzione-riqualificazione dell’anello tramviario; a livello sovracomunale, attraverso il potenziamento dellintermodalità con Cusano Milanino e la riqualificazione con Limbiate; risparmiando il suolo libero, facendosi promotore di un progetto di ristrutturazione dell’area della vecchia rimessa, da destinare alla nuova tramvia, oppure, in subordine, perché la stessa area sia destinata ad un progetto “VERDE”


     







Sergio Mariani

Alternativa Verde per Desio






vedi la presentazione