Mail  -  Scrivici 

               
   

ALTERNATIVAVERDE PER DESIO ©           





PGT: IN FRETTA E DI NASCOSTO?  

 
     
 
L’assemblea di presentazione del PGT di sabato 21 giugno (a proposito quanti lo sapevano?) ha ufficialmente dato il via all’iter che porterà all’approvazione del nuovo PGT.
 
Se il PGT è un documento di pianificazione ed organizzazione dei servizi e del territorio di una città completamente nuovo, purtroppo, siamo preoccupati perché i metodi che sembra si stiano mettendo in campo sono vecchi è già conosciuti.
 
Il tema PGT è sostanzialmente rimasto abbandonato nel limbo per lungo tempo: nessuno ne parlava pubblicamente e tutto era come segretato; le continue richieste d’informazioni e conoscenza dei documenti preparatori  da noi formulate rimanevano sempre inevase.
Ma quando il tema salta fuori si scopre che i tempi per giungere all’approvazione che vengono prospettati sono da marcia forzata.

Sinceramente speriamo che le dichiarazioni d’adozione del PGT entro la fine di luglio 2008 e di definitiva approvazione entro la fine dell’anno siano motivate principalmente  “dall’entusiasmo” nel vedere un lavoro che prende forma piuttosto che da una volontà politica reale.
Purtroppo i precedenti però esistono! Magari qualcuno si ricorda che da quando a Desio governa il centro destra ogni volta che si devono trattare argomenti importanti, magari un po’ spinosi e con indubbie ricadute sulla città il periodo più indicato per votarli in consiglio è sempre quello pre-vacanziero.

 Abbiamo fatto un po’ di sforzi di memoria (neanche molti per la verità) e ci siamo ricordati che a fine luglio sono già stati discussi e/o votati altri provvedimenti importanti come:
 


L’uscita dal CAAM e da Sviluppo Brianza
(salvo poi decidere di rientrarci dopo un paio d’anni)

 
La variante di PRG sulle aree industriali
   
La votazioni sulla fusione tra le aziende municipalizzate di Desio, Cesano e Lissone (che poi non aveva portato a nulla di concreto): qualcuno ai tempi era dovuto rientrare anche dalle ferie per non far mancare il numero legale
   
La decisione di costituzione dell’ASP per la vecchia casa di riposo: con tanto di colpo di scena finale con una lettera del commissario regionale che magicamente salta fuori alle 2 di notte.
   
Certamente ce ne sono altri ma non è questo l’oggetto del contendere.

 
Anche l’assemblea pubblica di presentazione, così come era stato per quella della VAS, ha visto una “nutrita partecipazione”: i non addetti ai lavori si contavano sulle dita di una mano; e questo  nonostante ben 88 associazioni desiane fossero state invitate: il sindaco ha anche dichiarato che  tirerà le orecchie a quelle non intervenuto, ovvero praticamente tutte! Peccato però che la gran parte di questi inviti non abbia ricevuto i destinatari in tempo utili e che alcuni gruppi non siano stati invitati: i partiti politici ad esempio stando alle dichiarazioni del sindaco non sono associazioni e quindi non sono stati invitati cosa che invece è successo ad esempio all’associazione dei campanari di cui il ns. sindaco è presidente.
Di contro però queste dichiarazioni sui tempi contingentati stridono molto con le aperture in merito alla massima apertura e disponibilità all’incontro con i quartieri, le associazioni, le categorie, gli ordini professionali, etc. che ovviamente richiedono del tempo.
 
Quello che noi auspichiamo e che sinceramente confidiamo si realizzi è che oltre a noi anche il sindaco (e magari qualche altra forza politica di maggioranza), sostenga una modalità veramente partecipata di presentazione e conoscenza del PGT, dove i cittadini, i quartieri e le associazioni siano veramente coinvolti in modo che il progetto di sviluppo della ns. città per i prossimi anni, sia armonico ed organico perché frutto della condivisione e partecipazione trasparente non riducendosi al solito conteggio di quanto si costruisce, quanti abitanti in più ci saranno e le solite polemiche su chi costruirà (magari imprese o nomi legati all’attuale maggioranza).
   
Speriamo che la storia non sia la solita! Speriamo che almeno qs. volta la collaborazione nostra e della città venga tenuta nella giusta considerazione ad esempio non proponendo un calendario da marcia forzata per giungere all’approvazione definitiva del PGT.
 
I CONSIGLIERI COMUNALI DI CENTRO SINISTRA    25 Giugno 2008
 
stampa il comunicato



Documento a cura delle forze del centrosinistra presenti in consiglio comunale